[Foto di metà aprile 2012, tutte di Tripoli]

L’atmosfera di Tripoli nella mia prima vera visita era quella di una città mediterranea in forte ripresa, con molta gente per le strade (anche molte donne, ma sempre velate). Se a Sabratah era già iniziata una fase di forte involuzione della condizione femminile (mai fuori casa se non accompagnate, settori separati per famiglie nei ristoranti) qui si vedevano ancora con il volto parzialmente scoperto, in gruppi numerosi, a fare compere nel bazar o alle varie bancarelle del centro.

Il giorno del nostro arrivo siamo stati accolti da un vento carico di sabbia portata dal Sahara, ma il “giro turistico” per vedere le macerie di quella che fu la residenza di Gheddafi è stato comunque impressionante.

Libia14Non mi era ancora mai capitato di andare in un Paese in cui le tracce dei bombardamenti fossero così evidenti e così “fresche”… il mio lavoro fino ad allora non implicava il recarsi in luoghi di guerra!

Libia15

Dalla strada dell’aeroporto al centro città si costeggiavano i resti del compound di Gheddafi, bombardato dalla Nato nel 2011.

Libia18

Il centro città si era invece salvato e i danni non erano così evidenti.

In auto, fuori da Tripoli, non ci siamo praticamente mai mossi senza accompagnatore, anche nei periodi apparentemente più tranquilli. Qui in una pausa dal lavoro mi sono avventurato per le vie del centro storico da solo.

Libia19
L’ex Piazza Verde, oggi Piazza dei Martiri

Il primo tentativo non va benissimo: vento forte, sabbia ovunque, strade deserte… non è la situazione migliore e non mi fido quasi ad estrarre la macchina fotografica. Torno ben presto in albergo.

Libia20
La moschea appena fuori la finestra della mia camera.

Il giorno dopo il cielo terso ridona alla città la sua bellezza e comincio a rendermi conto della strana commistione di architetture antiche e moderne.

Libia21

I palazzi voluti da Gheddafi per dimostrare la modernità e la ricchezza del Paese si alternano alle tracce di un passato ricco di storia.

Fondata dai Fenici, dominata poi da Cartaginesi, Romani, Ottomani, perfino Siciliani e Spagnoli… Vale la pena leggerne la storia travagliata, anche senza bisogno di arrivare fino al periodo della dominazione italiana.

Libia22

Il Castello Rosso di Tripoli si affaccia su uno specchio d’acqua, separato dal porto e dal mare, e sulla Piazza dei Martiri.

Libia23

Mi dispiace non averlo potuto visitare, contavo un giorno di tornare da turista e spero che in futuro la cosa torni possibile!

Libia24

Sotto le sue mura, ben conservate, un mercato brulicava di vita.

Libia25

Libia26

Una passeggiata nei vicoli e nelle piazze della Medina, ancora poco conosciuta dai turisti, riservava molte sorprese e articoli di artigianato (di probabile produzione tunisina 😉 ).

Libia28

Libia29

Libia30

Poco lontano dal nostro albergo, non tra i più lussuosi della città, si trova anche questo edificio interessante:

Libia31
Ingresso della Fiera di Tripoli

La Fiera Internazionale di Tripoli, considerata la più antica del continente, fu costruita dagli italiani e inaugurata nel 1927. La Fiera a cui ho partecipato a maggio 2014, con un altro centinaio di italiani, quando il generale Haftar prese il Parlamento, era invece ospitata in una tensostruttura, non in questo edificio storico.

Libia32

Bastava comunque spostarsi un po’ e si ritrovavano le tracce della guerra.

Libia33

Libia34

In Downtown Tripoli, sempre sul mare, si trovano le 5 torri (sono 5 ma è difficile riuscire ad inquadrarle tutte insieme) denominate That El Emad Towers, inaugurate nel 1990 nel distretto finanziario. Sembrano bottiglie in equilibrio sul tappo!

Libia38

I due palazzi in primo piano sulla sinistra sono invece l’hotel di lusso Corinthia, che subì un attacco terroristico a gennaio 2015 e in cui ci furono diverse vittime.

Libia37
Corinthia Hotel e That El Emad Towers

Una cosa mi preme sottolineare: nei diversi viaggi che ho avuto l’occasione di compiere in Tripolitania, dal gennaio 2012 al luglio 2014, quando la situazione è degenerata definitivamente, mai una volta ho incontrato qualcuno che dimostrasse ostilità nei confronti degli italiani… anzi!

By Ma7730

Annunci